POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA


La PEC è un tipo particolare di posta elettronica i cui messaggi hanno valore legale. Infatti i messaggi inviati tramite un indirizzo di posta certificato sono equiparati alle raccomandate con ricevuta di ritorno. Per questo motivo, la PEC può essere usata per le comunicazioni ufficiali con la Pubblica Amministrazione, con le imprese e i professionisti.

Gli indirizzi PEC sono obbligatori per le imprese e i professionisti a partire dal 2008 e per le imprese individuali dal 2012.

I Veterinari sono obbligati a comunicare il loro indirizzo di PEC all’Ordine o al Collegio professionale a cui appartengono.

 

OBBLIGO DI PEC PER I PROFESSIONISTI ISCRITTI ALL’ALBO – INDICAZIONI

Circolare FNOVI n. 13/06.11.2015

La Federazione Nazionale ricorda:

·     l’obbligo per i professionisti iscritti all’Albo Professionale di dotarsi di una casella PEC (Posta Elettronica Certificata), indipendentemente dal fatto che esercitino effettivamente la professione e dalle modalità del suo esercizio

·     anche la comunicazione dell'indirizzo PEC, da parte del professionista, al proprio Ordine è diventato obbligatoria a decorrere dal 29 novembre 2009 (la mancata comunicazione della PEC è condotta valutabile sotto il profilo disciplinare)

·     l’equiparazione tra la PEC e la notifica a mezzo posta è espressamente prevista dall’art. 48, comma 2, del Codice dell’amministrazione digitale (D. L.vo 7 marzo 2005 n. 82)

·     la FNOVI adempie con regolarità, previa comunicazione da parte degli Ordini, all’aggiornamento dell’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INI-PEC, che raccoglie tutti gli indirizzi PEC dei professionisti presenti sul territorio italiano) e del Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (ReGIndE, che contiene i dati identificativi nonché l’indirizzo di PEC dei professionisti iscritti in Albi istituiti con legge)

·     vantaggi che derivano dall’utilizzo della PEC: economicità, velocità di consegna, semplicità d’uso, sicurezza e riservatezza dei contenuti, opponibilità a terzi, attestazione di invio e ricezione

 

Anche la segreteria dell’Ordine desidera ricordare quanto già scritto nelle precedenti News:

-      Per acquistare una casella di posta elettronica certificata è necessario rivolgersi ad uno dei Gestori iscritto nell’apposito elenco pubblico tenuto dal CNIPA: http://archivio.cnipa.gov.it/site/it-IT/Attivit%C3%A0_-_Archivio_storico/Posta_Elettronica_Certificata__(PEC)/Elenco_pubblico_dei_gestori  In tale ipotesi l’unico obbligo è di comunicare il proprio indirizzo PEC all’Ordine

-      Gli iscritti che desiderino utilizzare la casella PEC messa a disposizione dallo scrivente Ordine, deve richiederci l’attivazione della PEC ð sul nostro sito www.ordineveterinarimantova.it, sezione Info Utili, cliccare su “Posta Elettronica Certificata”: qui si trovano le condizioni generali del contratto, informazioni sulla PEC ed il “Modulo adesione PEC” da compilare, firmare e far pervenire all’Ordine, unitamente alla fotocopia della carta d’identità. Dopodiché provvederemo all’attivazione della casella PEC e vi forniremo tutti i dati per l’accesso. L’Ordine ha deciso di rinnovare la convenzione con Aruba per un altro triennio, pertanto per gli iscritti l’indirizzo PEC è gratuito anche per i prossimi 3 anni

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE: COSA SUCCEDE AI VETERINARI PRIVI DI CASELLA PEC

da Circolare n. 6/2016 FNOVI

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha diramato una nota a tutti gli Ordini e Collegi professionali nonché alle Federazioni Nazionali che offre lo spunto per richiamare l’importanza per tutti i professionisti iscritti all’Albo professionale di ottemperare all’obbligo di dotarsi di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC). La nota in argomento richiama le novità introdotte dalla riforma del sistema di riscossione (D. L.vo n. 159 del 24 settembre 2015) e quella riguardante la posta elettronica certificata è probabilmente la più innovativa tra le norme introdotte dal decreto. Ditte individuali, società e professionisti iscritti in Albi o elenchi riceveranno le notifiche di pagamento esclusivamente tramite PEC, all’indirizzo risultante dall’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INI-PEC). Lo strumento utilizzato dagli enti creditori (Agenzia delle Entrate, Inps, Comuni, ecc.) per riscuotere i crediti vantati nei confronti dei contribuenti (persone fisiche, ditte individuali o società in genere) è la cartella esattoriale che attualmente viene inviata tramite posta tradizionale ma, dal 1 giugno 2016 la notifica delle cartelle esattoriali ai predetti soggetti avverrà esclusivamente utilizzando la casella Posta Elettronica Certificata.

Nel caso in cui un indirizzo PEC risultasse non valido, disattivo o non funzionante, la notifica verrà depositata presso gli uffici della Camera di Commercio competente per territorio e un avviso sarà pubblicato sul sito web della stessa. Il destinatario ne riceverà notizia tramite raccomandata A/R. Nel caso in cui invece la casella PEC risultasse piena, la società incaricata della riscossione effettuerà un nuovo invio dopo almeno 15 giorni. Se anche il secondo tentativo avesse esito negativo, si procederà come nel caso precedente.

La Federazione Nazionale invita gli Ordini a vigilare sulla condotta degli iscritti per fare in modo che gli stessi siano diligenti nell’attivazione e comunicazione all’Ordine di un indirizzo PEC, rilevando che - è bene ribadirlo anche se una logica meramente sanzionatoria non è mai stata la fonte ispiratrice dell’azione della FNOVI - la mancata comunicazione della PEC da parte degli iscritti è condotta valutabile sotto il profilo disciplinare.

SI RINNOVA PERTANTO L’INVITO, A CHI NON AVESSE ANCORA PROVVEDUTO, A COMUNICARE ALL’ORDINE LA PROPRIA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA O DI ATTIVARLA GRATUITAMENTE PRESSO L’ORDINE

Si rammenta che l’Ordine ha rinnovato la convenzione con Aruba e si fa carico dei costi di attivazione e mantenimento delle caselle di Posta Elettronica Certificata.

Per coloro che non hanno ancora provveduto, ricordiamo che per richiedere l’attivazione della PEC bisogna andare sul nostro sito www.ordineveterinarimantova.it, sezione Info Utili, cliccare su “Posta Elettronica Certificata”: qui si trovano le condizioni generali del contratto, informazioni sulla PEC ed il “Modulo adesione PEC” da compilare, firmare e far avere all’Ordine (per fax, email, a mano o per posta, come preferite), unitamente alla fotocopia della carta d’identità. Dopodiché provvederemo all’attivazione della casella PEC e vi forniremo tutti i dati per l’accesso.

Naturalmente ciascuno è libero di attivare autonomamente la propria casella PEC acquistandola presso uno dei Gestori iscritto nell’apposito elenco pubblico tenuto dal CNIPA; in tal caso l’unico obbligo è di comunicare il proprio indirizzo PEC all’Ordine, in quanto a nostra volta lo dobbiamo trasmettere all’INI-PEC (l'Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata, istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico, che raccoglie tutti gli indirizzi di PEC delle Imprese e dei Professionisti italiani). Attenzione a non acquistare una casella PEC col suffisso @postacertificata.gov.it in quanto non è valido.
Ricordiamo che dotarsi di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata è un adempimento obbligatorio in base alla Legge n. 2 del 28/01/09 (che ha l’obiettivo di diffondere le tecnologie telematiche nelle comunicazioni, con effetti equivalenti alle notifiche a mezzo raccomandata), anche se va precisato che al momento non risulta definito alcun regime sanzionatorio per i trasgressori.

 

 

MODULO ADESIONE PEC

 

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO

 

 

INFORMAZIONI UTILI                        HOME